IMG_9830

2DF. WURBS-MECHANIC SYSTEM NUMERO UNO IN ITALIA

Dopo una due giorni di fuoco, con le ragazze molto stanche e già matematicamente PRIME,
il calendario prevede ancora una partita, ininfluente per la classifica, ma ovviamente da onorare!
L’avversario di turno, il Messina, ha avuto luci ed ombre, in questa fase eliminatoria per la promozione in A1. Ciò nonostante, l’opportunità di giocare e vincere con la squadra dominatrice del torneo, ha galvanizzato le siciliane, facendole scendere in campo con una inaspettata “cattiveria agonistica”.
Dall’altra parte, le Venete, dopo i doverosi festeggiamenti della sera prima, schierano le ragazze che hanno avuto un po’ meno spazio in questa due giorni, che comunque contrastano le agguerrite avversarie che rimangono avanti nel punteggio, di misura, per tutto il primo tempo.
Risultato della prima frazione 8/8 con tre pali pieni presi, tre rigori sbagliati e svariati tiri dai 6 metri buttati al vento (evidente un po’ di deconcentrazione).
Nella seconda parte dell’incontro rientrano alcune titolari, ma la musica non cambia.
La stanchezza e la poca lucidità, non consentono alle nostre di imporre la loro innegabile qualità tecnica.
Coach Bufardeci ruota le ragazze ed i ruoli, cercando di pescare qualcosa dal cilindro…. ma è difficile.
Le avversarie ci credono (15″ sotto di 3 – 15/18) ma hanno fatto i conti senza il carattere e l’orgoglio delle Wurbs Mechanic, che stimolate dall’eccessiva aggressività della Veressenze, pareggiano al 20″ sul 19/19 per poi andare in vantaggio e chiudere l’incontro all’ultimo secondo con una grande rete di Vitobello
Finale 22/21
Non ci sono parole per spiegare quello che hanno fatto queste ragazze che, da cenerentole della manifestazione, si sono trasformate in principesse della serie A2 nazionale, guadagnandosi, imbattute, la promozione in A1.
Non ci sono altresì parole per esprimere la soddisfazione di coach Bufardeci che, quasi per scherzo, ha preso per la prima volta in mano una squadra femminile, in coabitazione con la squadra di A2 Maschile di Oderzo e, poco a poco, ha plasmato carattere, determinazione e fisicità in un gruppo che si è cementato attorno a lui.
Queste ragazze, oggi, si sentono e, probabilmente in questo momento sono, imbattibili.
Grazie a tutti, dirigenti, giocatori, sostenitori, sponsor e simpatizzanti che hanno sostenuto questo gruppo in questi indimenticabili giorni di maggio 2017.
Le ragazze stanno ancora cantando …… serie A, serie A, serie A !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Oderzo: Balzano 1, Carrer, Cattai 1, Felet, Gherlenda 4, Lolli 2, Lorenzon 3, Marsano, Noris 1, Pizzol 3, Pizzutto 2, Soldera 1, Traini 1, Vitobello 3,
Messina: Braccini, Chillé, D’Addeo 3, Marcaro, Masumeli, Nasisi, Nieswand 3, Porrello, Prisa 7, Zulliara, Rizzo 1, Miduri, Tandurella 2, Truscello 5