556619AE-4235-4077-89B6-EC81C1FAABE0

A1F. DEBACLE ODERZO AL PALAKEOPE

Spallanzani Casalgrande vs Mechanic System Wurbs 28:25 (p.t. 15:13)

Spallanzani Casalgrande: Raccuglia 5, Giombetti 2, Piano, Franco 4, Furlanetto 9, Damari 4, Savoci, Franzo, Artoni, Bassi, Artoni 4, Orlandi.
Allenatore: Lassouli

Mechanic System Wurbs: Cattai, Colombo 2, Duran 8, Felet, Gherlenda 1, Lolli, Meneghin, Pizzol, Pizzutto, Pugliese 7, Rauli 3, Traini, Vitale, Vitobello 4.
Allenatore: Cavallaro

Arbitri: Pietraforte, Romana.

Ultima del girone di andata e pre vigilia a Casalgrande.
Partenza col pullman nel primissimo pomeriggio per arrivare a disputare l’ incontro alle 18.30
E’ stata una settimana difficile, con l’infermeria piena, e all’ultimo momento ha ceduto anche coach Bufardeci, peraltro ben sostituito da Cavallaro (anche lui con la febbre).
Partita difficile doveva essere, e partita difficile è stata.
Le due squadre erano appaiate in classifica e, da questa sera, Casalgrande rimane nelle parti alte, mentre Oderzo viene risucchiata indietro.
Sicuramente le nostre non erano al meglio, però………
Con un po’ più di voglia in difesa e con un po’ più di personalità in attacco, questa brutta partita poteva anche essere portata a casa.
Casalgrande ha fatto il suo, le nostre, a mezzo servizio, hanno mantenuto sempre il contatto, pur sbagliando 4 rigori, pur sbagliando perlomeno 10/15 tiri dai sei metri, pur perdendo perlomeno una decina di palloni dalle mani.
Sicuramente in campo non c’era la squadra di alta classifica che si è potuta apprezzare nella prima parte di campionato.
Forse è opportuno riprendere a lavorare con continuità e con umiltà in palestra, le qualità e le possibilità di fare bene, ci sono tutte.
Venendo alla partita le uniche da salvare sono Pugliese e Vitobello, naturalmente oltre alla solita impareggiabile Meneghin che, a gran voce, per tutta la partita, ha cercato di stimolare, senza successo, le sue compagne.
Casalgrande, una bella squadra giovane e compatta, con un ottimo portiere, meritevole dell’attuale posizione in classifica.
Ora c’è un lungo periodo di riposo, per recuperare le infortunate ed il morale.
Abbiamo tutto il girone di ritorno e la coppa Italia, ai primi di febbraio, da affrontare.
Facciamo un po’ di autocritica e, soprattutto, riprendiamo a lavorare duro, che i risultati torneranno ad arrivare.