DSC_9528

A1F. ODERZO STELLARE SFILA IL TERZO POSTO AL CASSANO

Mechanic System Wurbs vs Cassano Magnago: 33-25 (p.t. 19-8)

Mechanic System Wurbs: Balzano 3, Colombo 6, Duran 12, Felet, Gherlenda 3, Lolli, Lorenzon 4, Meneghin, Pizzol, Pizzutto, Pugliese 4, Rauli 1, Soldera, Vitobello.
Allenatore: Angelo Bufardeci

Cassano Magnago: Cobianchi 7, Del Balzo 7, Ferrazzi, Bagnaschi, Bertani, Casara, Dinolfo, Madella 7, Canziani 2, Gheller, Barbosu 2, Ronaldi, Beltrame, Milosevic.
Allenatore: Beltrame/Milanovich

Arbitri: Amendolagine – Potenza

Il calendario di questa giornata vede la terza, Cassano, contro la quarta, Oderzo, e le prime della classe che si scontrano a Conversano in contemporanea alle 18.30.
Ebbene Oderzo vince e convince, con Cassano.
Conversano vince col Salerno.
La classifica di questa sera dice :
– Coversano
– Salerno
– ODERZO
– Cassano Magnago
Queste sono attualmente le prime quattro forze del campionato di A1F stagione 2017/2018.
Partenza a razzo delle padrone di casa che al 6^ conducono 6/2.
Gioco arioso ed efficace, con soluzioni positive da ogni parte del campo.
La difesa di Cassano, adattata su Duran, è stata puntualmente saltata dalla squadra opitergina che, in settimana, ha lavorato bene in palestra, sotto la guida attenta di coach Bufardeci.
Anche in questa partita tutte le ragazze sono scese in campo ed hanno dato il loro contributo.
Come sempre straordinaria Babi e, per alcuni minuti finali, anche Felet ha detto la sua.
Molto bene la squadra in generale che si è espressa in un primo tempo esemplare.
Risultato della prima frazione 19/8.
Al rientro in campo, naturalmente, il Cassano Magnago si produce nel massimo sforzo per cercare di raddrizzare l’incontro.
L’ottima difesa delle Mechanic System Wurbs e, come già detto, un grande portiere, tengono sempre a distanza le cassanesi.
Il divario oscilla attorno alle 10 reti di scarto, con un avvicinamento minimo a -6, prontamente recuperato dalle nostre, che anche grazie ad una serata super di Lorenzon, riescono a colpire in contropiede e chiudere la partita sul risultato di 33/25.
Niente da dire, le opitergine si sono espresse da squadra vera, tutte si sono sacrificate per le compagne, hanno prima indirizzato la partita e poi gestito il risultato, come se fossero una squadra navigata ed esperta della serie A.
La classifica dice la verità su quanto fino ad oggi espresso in questo campionato.
Ora, senza montarsi la testa, la concentrazione deve essere rivolta alla prossima insidiosa trasferta di Brescia.
Complementi ragazze.