DSC_3290

PER LE SQUADRE GIOVANILI DUE VITTORIE E UNA SCONFITTA

U15 Femminile:  Mestrino/Oderzo 17-25

Contro una difesa molto avanzata ed organizzata delle giovani del Mestrino, ben dirette come sempre da un Reghellin, in questo caso in duplice veste di allenatore ed arbitro, le piccole pantere opitergine non si sono lasciate intimidire ed hanno anzi sfoderato in vari momenti ottime collaborazioni, corredate da buone conclusioni a rete.
Al termine tutte le ragazze hanno collaborato al raggiungimento di una vittoria che ha dato morale e maggiori sicurezze, in vista della prossima gara contro il Malo B, ad Oderzo, tra due settimane.

U15 Maschile: Ponte di Piave/Oderzo 18-27

Si presenta a ranghi ridotti, causa il ritardo di alcuni tesseramenti, la nuova formazione under 15 della Pallamano Ponte, che giovedì ha incontrato per la prima volta in una gara di vero campionato, gli opitergini. Ma un parziale di 3 a zero a favore dei cugini pontepiavesi, che hanno nel contropiede un’arma davvero efficace, deve aver risvegliato nei ragazzi di Oderzo la voglia di riscatto, e in pochi minuti il risultato torna in parità … per poi prendere il largo a favore degli ospiti, per merito di buone ripartenze e di più sicure realizzazioni.
Si conclude positivamente quindi, e con un risultato tondo, la prima gara in trasferta.

U15 Maschile: Oderzo/Trieste 17-32

Un’altra gara, invece, quella che vede domenica gli under 15 di Oderzo cercare delle soluzioni efficaci, nella ricerca di un risultato positivo contro la formazione del Trieste, che si dimostra invece più organizzata e strutturata.
Solo nel primo quarto d’ora il risultato è rimasto aperto a varie conclusioni, per poi proseguire, invece, con una dimostrazione di maggior incisività tecnico tattica da parte dei giuliani, che portano a casa l’intera posta, senza apparentemente molto faticare.
Stupisce un po’ l’atteggiamento rinunciatario della difesa di casa, che si lascia spesso “abbindolare”, senza una vera e propria reazione di orgoglio.
Le buone cose fatte in attacco, invece, concluse comunque con 17 realizzazioni, danno la certezza che qualcosa si può fare per mandare al tiro i propri compagni, ma c’è ancora molto poca continuità ed incisività negli schemi sviluppati durante l’incontro.
Buona la gara di Perin e Collodel, ben serviti da Dario Christian e Pujatti.
Domenica prossima, nella trasferta a Campoformido, vedremo di essere più deteminati nelle cose di cui abbiamo preso coscienza.

by Giuseppe Dal Molin