Under 21 Maschile Pallamano Oderzo - 2017/2018

U21M. UNA SQUADRA IN FORTE CRESCITA STRAPPA I DUE PUNTI ALL’ARCOBALENO

U21 Pallamano Oderzo – Arcobaleno B (p.t. 13 – 6) Ris Fin. 23 – 22

Oderzo: Makosa, Vendrame 1, Da Fré 1, Karrobi 4, Giacomazzi 3, Antonini 3, Marcuzzo M. 5, Parro 1, Segat 5, Maccari, Borsato, Mazzariol N., Andreon, Bufardeci.

Allenatore: Alessandro Cavallaro

Uisp Arcobaleno: Chiozzotto 1, Coldel M., Coldel S., De Giovanni, Favaro 1, Franchin, Lacriola, Passadore 1, Rosan, Zampieri , Zennaro 5, Nardin 8, Lucarini 6.

Allenatore: Zara Michele

A chiudere la settimana di pallamano ci ha pensato l’under 21 che milita nel campionato di serie B.

Una formazione fatta di giovanissimi che aveva bisogno di crescere e finalmente si vedono i risultati.

Sul parquet del Palamasotti è andata in scena una partita mozzafiato ed entusiasmante che rimarrà impressa ai molti presenti.

Una difesa stellare dell’Oderzo quella vista nel primo tempo,  con un Makosa tra i pali che dà tranquillità ai compagni.

Fin troppo facili i primi 30 minuti per i ragazzi di coach Cavallaro.

Una difesa arcigna dove i giocatori dell’Arcobaleno sono costretti a stare distanti.

Impenetrabile, a dir poco.

Quattro a zero dopo 6 minuti e veneziani a segno solo grazie ad un rigore al 9° minuto.

Primo tempo costantemente doppiato l’Arcobaleno nel punteggio.

La musica cambia nella ripresa, dopo un inizio all’insegna dei giocatori di casa che si portano sul 15-7, cala improvvisamente l’intensità e la concentrazione.

Dove prima l’Arcobaleno non passava ora le maglie si fanno più penetrabili.

Parte così una lenta ed estenuante rimonta degli ospiti tra le cui fila militano giocatori che disputavano la A2 lo scorso anno o come il giovane Nardin impegnato in serie A.

Cavallaro corre ai ripari con innesti e cambi per dare fiato ai giovani, e nel tempo stesso istruirli per far tenere meglio la posizione in campo.

Marcuzzo spostato terzino infila 5 tiri sotto la traversa, dal lato sinistro Segat continua a deliziare il pubblico con tuffi spettacolari, davanti Karrobi continua ad essere una spina nella difesa veneziana.

Scattano così le marcature a uomo per far saltare il gioco ai giovani dell’Oderzo che non cadono nel tranello.

Ultimi due minuti da cardiopalma, “l’allenatore va nel pallone”, stiamo parlando di Cavallaro che si fa espellere, e con un uomo in meno e con l’Arcobaleno sotto di una rete sembra che la situazione stia per capitolare.

Provvidenziale la rete di Karrobi che porta a 23 il punteggio per l’Oderzo.

Grande crescita per la formazione opitergina che si è fatta le ossa nel girone d’andata.

Con una difesa di questo spessore il girone di ritorno potrà riservare molte sorprese.

by Nicola Zoppa